Nel 2017 ABB in Italia ha registrato ordini per 2.255 milioni di euro (+8 percento rispetto al 2016) e un fatturato di 2.241 milioni di euro (stabile se confrontato con il 2016), con una percentuale dell’export sui ricavi che si attesta al 62 per cento.
“Nel 2017 abbiamo assistito a una crescita dell’ordinato rispetto al 2016 nei prodotti, sistemi e servizi per l’elettrificazione, per l’industria manifatturiera, per il comparto della robotica e nel business delle reti elettriche. Confermiamo la nostra presenza sui mercati esteri con un dato che rimane sostanzialmente allineato a quello del 2016” dichiara Mario Corsi, Amministratore Delegato di ABB SpA, “La robotica collaborativa ha attirato tanta attenzione, non solo per la performance del nostro robot YuMi che ha diretto a Pisa l’Orchestra Filarmonica di Lucca che ha accompagnato il tenore Andrea Bocelli, ma soprattutto per le sue numerose applicazioni realizzate in settori che includono quello della cosmetica e dell’occhialeria.

In linea con la Strategia Digitale del Gruppo, ABB Italia nel 2017 ha continuato a promuovere soluzioni digitali, sostenute dalla nostra offerta integrata ABB AbilityTM, che rappresenta un concreto elemento di differenziazione competitiva.

ABB Italia ha esplorato e colto le opportunità offerte dal Piano Nazionale Impresa 4.0: un esempio è rappresentato dalla candidatura di alcune delle nostre importanti attività manifatturiere per il progetto Lighthouse, promosso dal Ministero per lo Sviluppo Economico.

ABB Italia continua a perseguire le eccellenze nel digitale: ne sono un esempio i due Collaborative Operations Center (COC) a Genova, dedicati rispettivamente al settore navale e dell’energia. Questi due centri garantiscono il monitoraggio e la gestione in remoto delle flotte navali (ad oggi circa 700 navi controllate) e di circa 700 impianti di generazione di energia sia tradizionale che da fonti rinnovabili.

Nel 2017 gli investimenti realizzati in R&D da ABB in Italia hanno rappresentato il 3,2% del fatturato con 39 brevetti depositati caratterizzati da un focus crescente su innovazioni relative al mondo digitale.“

Il 2017 ha visto un ulteriore consolidamento del legame con il mondo dell’istruzione e con quello accademico, sottolineato dal rinnovo della Convenzione con il Politecnico di Milano e l’istituzione di borse di studio presso l’Università di Genova nel campo della digitalizzazione e delle smart cities.

ABB sta collaborando con FormulaE, la classe di motorsport internazionale FIA con vetture interamente elettriche, in una partnership rivoluzionaria con l’obiettivo di sviluppare e testare tecnologie di elettrificazione e digitalizzazione legate all’e-mobility che aiutino a perfezionare il design e la funzionalità dei veicoli elettrici e delle infrastrutture, promuovendo e ampliando i confini della mobilità sostenibile.

E questo grazie all’incomparabile esperienza di ABB nell’elettrificazione e alla leadership nelle soluzioni di ricarica per veicoli elettrici: ABB ha infatti al suo attivo la più ampia base installata di stazioni di ricarica rapida per veicoli elettrici in tutto il mondo.

ABB (ABBN: SIX Swiss Ex) è un leader tecnologico all’avanguardia nei prodotti per l’elettrificazione, nella robotica e nel controllo di movimento, nell’automazione industriale e nelle reti elettriche al servizio dei clienti nelle utility, nell’industria, nei trasporti e nelle infrastrutture a livello globale. Continuando una storia di innovazione lunga più di 130 anni, oggi ABB sta scrivendo il futuro della digitalizzazione industriale con due chiari obiettivi: portare l’elettricità da qualsiasi impianto di generazione a ogni utenza e realizzare l’automazione nei processi industriali dalle materie prime ai prodotti finiti. Come partner principale di Formula E, la classe di motorsport internazionale FIA con vetture interamente elettriche, ABB sta spingendo i confini della mobilità elettrica per contribuire a un futuro sostenibile. ABB opera in oltre 100 paesi con circa 135.000 dipendenti. www.abb.it

ABB Italia

Articolo precedenteCivilisations, la nuova serie della BBC che punta sulle bellezze della creatività umana
Articolo successivoFacebook Privacy Center e le linee guida sulla privacy
Ha conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi della Tuscia e si è specializzata in Editoria e Giornalismo presso l'Università LUMSA di Roma. Attualmente lavora per TuttiMedia/Media Duemila.