di LUCA PROTETTI –

L’ultima conferenza annuale di HD Forum Italia, che si è tenuta nel dicembre 2010, ha ampliato l’area di interesse dell’Associazione alla tecnologia 3D. Su impulso della RAI, il forum italiano (che oggi conta 21 aziende partner) ha dato vita al suo interno ad una “Task Force 3D” per approfondire le tematiche riguardanti questo nuovo filone che si annuncia strategico per l’economia dell’intera filiera dell’audiovisivo.

Luigi Rocchi, Direttore Strategie Tecnologiche RAI e Vicepresidente HDFI, si affida ad uno dei celebri aforismi del massmediologo canadese Marshal McLuhan per inquadrare il fenomeno: Guardiamo al presente attraverso uno specchietto retrovisore. Marciamo all’indietro verso il futuro. “Con questo messaggio, McLuhan vuole invitarci a guardare avanti, a saper vivere appieno i cambiamenti. Nel caso delle tecnologie ciò significa che non dobbiamo meravigliarci della velocità con cui esse cambiano e di come il mercato sia in grado di recepirle sempre più rapidamente; che dobbiamo guardare a questa accelerazione con gli occhi del domani. Attualmente in Italia circa il 2% del totale dei televisori installati è equipaggiato con tecnologia 3D. Si stima che già a fine 2015 si raggiungerà quota 14 milioni. HD Forum Italia ha proprio il compito di favorire ed armonizzare questo sviluppo, curando tutta la filiera produttiva: dalla parte ideativa a quella realizzativa fino alla distribuzione di prodotti e contenuti in 3D” .

RAI e HDFI hanno messo in cantiere nel 2011 una serie di iniziative che tracciano la strada per l’avvento nella case degli italiani della tv plano-stereoscopica, guardando con grande attenzione anche ai contenuti: “Il 3D rende possibile un nuovo linguaggio, con un maggiore coinvolgimento del pubblico e un’esperienza di totale immersione nella scena: come l’avvento della Televisione, sessant’anni fa, non ha significato soltanto l’aggiunta di immagini alla Radio, così la tecnologia 3D consente molto più che aggiungere la terza dimensione alla Televisione. Insieme vogliamo sviluppare ed esplorare varie tipologie di contenuti, per arrivare anche ad inventare specifici format”, ha spiegato Rocchi. “In cantiere, con la regia di Italo Moscati, c’è la  realizzazione di un cortometraggio sulla beatificazione di Giovanni Paolo II. Un’opera che ha anche un’importante dimensione artistica”.

Un deciso passo in avanti, accompagnato da una ricca attività di promozione della tecnologia effettuata dal Servizio Pubblico. Come ad esempio la “Giornata dell’Innovazione”, una vetrina che apre le porte della tecnologia (Digitale, HD e 3D) al grande pubblico, oppure il Prix Italia, dove si è creata l’opportunità di iniziative e incontri volti al confronto internazionale sullo sviluppo della tv tridimensionale. La Rai, insieme al Comitato Elettrotecnico Italiano, ha inoltre pubblicato una guida divulgativa al 3D, per consentire agli utenti di orientarsi nella vasta offerta tecnologica del mercato. “Con questi nuovi contenuti la RAI, nella doppia veste di Servizio Pubblico e innovatrice tecnologica, e HD Forum vogliono favorire la crescita del Sistema Italia – ha sottolineato il direttore di Strategie Tecnologiche – affinché anche le piccole e medie imprese possano avvantaggiarsi di questo know-how che ci conferma all’avanguardia a livello internazionale”.

Luca Protettì

media2000@tin.it