L’audiovisivo euro-mediterraneo si dà appuntamento quest’anno a Cipro, dal 12 al 15 maggio: la Conferenza annuale della COPEAM (Conferenza Permanente dell’Audiovisivo Mediterraneo), che celebra i 15 anni della firma degli Statuti, riunirà i professionisti dei media e della cultura provenienti da tutti i paesi dell’area per analizzare il presente e immaginare il futuro del settore nella regione, alla luce dei profondi cambiamenti politici e sociali che stanno interessando il Mediterraneo.

 

La Conferenza, organizzata in collaborazione con la CyBC – la televisione pubblica cipriota – costituirà un momento di confronto tra media tradizionali e nuovi media, tra radio-televisioni generaliste e canali all-news, per cercare di comprendere i cambiamenti nei modi di fruizione dell’informazione e le risposte de gli attori del settore alle sfide dell’era digitale.

 

Il 14 maggio queste tematiche saranno dibattute dai rappresentanti dei servizi pubblici delle due sponde del Mediterraneo, di canali europei ed arabi come Euronews e Al Arabiya, di piattaforme multimediali interattive come Dailymotion e di agenzie di stampa internazionali come ANSAmed e France Presse.

 

La Conferenza sarà anche l’occasione per presentare nuovi progetti di cooperazione televisiva – come Terramed Plus, co-finanziato dalla Commissione Europea, di cui RAI è capofila – e fare il bilancio di iniziative appena concluse, come Euromed News.