Il 9 e 10 giugno prossimi, a Firenze, presso il Convitto della Calza, si svolgerà la XIV edizione di WAN-IFRA Italia, la Conferenza internazionale per l’industria dell’editoria e della stampa quotidiana, promossa da WAN-IFRA, l’Associazione Mondiale degli Editori e della Stampa quotidiana, da FIEG, Federazione Italiana Editori Giornali, e da ASIG, Associazione Stampatori Italiana Giornali.

 

L’edizione di quest’anno ha come titolo “Il futuro da costruire” e si muove in una duplice direzione. Da una parte il consolidamento e la ricerca di efficienza del modello tradizionale di business, e le prospettive di ripresa dopo un biennio di contrazione della diffusione e del fatturato pubblicitario; dall’altro le opportunità di un futuro che già si intravede, e le strategie di prodotto necessarie per intercettare un mercato di utenti nati nell’era digitale.

 

La manifestazione è articolata su due giornate di lavoro. Nella prima giornata, il 9 giugno, si affronterà il tema della “produzione snella”, ovvero la riorganizzazione degli stabilimenti di produzione per assecondare l’evoluzione di un mercato che richiede volumi ridotti e una più ampia tipologia di prodotti editoriali e commerciali. Nel corso della sessione sarà presentato il primo Libro Bianco sugli stabilimenti di stampa in Italia, la mappatura completa dei siti produttivi dei quotidiani italiani, realizzata dall’Osservatorio Tecnico “Carlo Lombardi” in collaborazione con ASIG. Chiuderà la prima giornata di lavori una tavola rotonda dal titolo “Stampa e distribuzione: industria e logistica a confronto”: editori, stampatori e società di distribuzione si confronteranno sulle strategie più opportune per ottimizzare la fase finale del ciclo produttivo del quotidiano, dove si annidano  inefficienze e diseconomie troppo spesso sottovalutate.

 

La seconda giornata di lavoro, il 10 giugno, si aprirà con una sessione dedicata ai “nativi digitali” ed alle strategie di prodotto più opportune per riuscire ad attrarre una generazione nata con il web in casa ed il telefonino in tasca. Dopo una serie di relazioni di scenario e di case history italiane ed estere, chiuderà questa sessione una tavola rotonda, moderata dal presidente FIEG Carlo Malinconico ed animata da giornalisti che hanno maturato significative esperienze nel campo delle edizioni digitali.

 

La parte conclusiva della manifestazione, nel pomeriggio del 10 giugno, sarà dedicata alle strategie per il rilancio del mercato pubblicitario. I responsabili delle maggiori concessionarie italiane si confronteranno in una tavola rotonda, coordinata da Michele Muzii, presidente FCP (Federazione Concessionarie di Pubblicità). Chiuderanno la sessione due relazioni di scenario sull’interazione tra pubblicità tradizionale e digitale.

 

Per ulteriori informazioni e per gli accrediti stampa: comunicazione@fieg.it; fax 06-4871109.

Articolo precedente“This information is top security. When you have read it, destroy yourself”… 31 maggio alla Sapienza dialogo con aforismi
Articolo successivoDidamatica 2011, l’informatica nella scuola del futuro per una didattica sempre più digitale